25 Novembre : inauguriamo a Villa Monguzzi la Panchina Rossa

panchina rossa lotta contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre è il giorno dedicato alla lotta contro la violenza sulle donne: non dobbiamo quindi né festeggiare, né recriminare e nemmeno commemorare… dobbiamo solo unire le nostre forze per prendere coscienza, per autoeducarci non a sopportare, ma ad alzare la testa e pretendere l’applicazione dei nostri diritti. E , soprattutto, dobbiamo imparare ad educare bambini e giovani, maschi e femmine, adulti e anziani al rifiuto della violenza in qualunque sua forma e contro chiunque.

Sradicata la violenza dall’animo degli uomini avremo eliminato la strage silenziosa di tante donne, ma anche l’intolleranza verso le diversità, il bullismo, il falso paternalismo, il concetto di proprietà su un altro essere umano.

Il nucleo del problema è l’educazione secolare che ha dato al maschio la priorità, la condizione di preminenza, l’atteggiamento di prevaricazione nelle grandi, ma anche nelle piccole cose, la mancanza di rispetto in nome di una inesistente e mai raggiunta superiorità sociale.

Perché questo è l’archetipo che accomuna tanti uomini (e, purtroppo anche tante donne che accettano e subiscono) uomini cresciuti nella convinzione che possedere più forza fisica sia fonte di diritti e privilegi.

Potremmo usare tante belle frasi fatte che circolano da un po’ di tempo come “ la violenza è il rifugio dei deboli”, “la violenza è l’ultima risorsa dei vigliacchi”, “si compensa con la violenza la mancanza di auto considerazione”… tutte cose sacrosante, ma sappiamo anche che non è con gli slogan che si fa la rivoluzione o che si cambia una realtà fattuale, bensì con la cultura, attraverso la strada della consapevolezza e dell’orgoglio di genere, dell’educazione e del cambiamento.

Questo piccolo simbolo, la nostra panchina rossa, è solo un asterisco nel lungo e faticoso percorso della nostra rivoluzione, un promemoria sotto gli occhi di tutti per ricordare chi è caduto, ma anche chi si è ribellato ed è risorto a nuova vita, e anche per ricordare che la violenza di genere è equiparabile all’odio razziale, all’ignoranza delle regole sociali, al concetto stesso di società civile.

La panchina rossa deve ricordare che le leggi ci sono, anche se arrivate molto tardi, nel ’56 lo jus corrigendi, nel ’68 il delitto di adulterio, nel ’75 la riforma del Diritto di famiglia, nell’ ’81 le disposizioni sul delitto d’onore e nel 2011 la Convenzione di Istambul (non ratificata però da molti paesi).

I legislatori dunque hanno concretamente cercato di fare la loro parte, ora tocca a noi pretendere e lottare perché queste norme entrino nella mentalità comune, ricordare in ogni momento che il nostro corpo e la nostra vita appartengono solo a noi, che nessuna donna è proprietà di qualcuno, che ogni donna è portatrice degli stessi sacrosanti diritti di fronte alla società, alla legge e agli uomini.

Pensiamo a tutto questo quando passiamo davanti alla panchina rossa e parliamone ai nostri figli.

Elisabetta Bodini

ADDOBBI CREATIVI

ADDOBBI CREATIVI Materiale necessario per il laboratorio in programma giovedì 2 dicembre 2021 dalle 14:45 alle 17:30 Due o più regali già incartati con carta da pacco di colore neutro Forbici e scotch biadesivo Spago, cordoncino, nastri di raso, rafia, passamanerie, ecc. Bottoni, legnetti, rami di pino, piccole pigne, oggettistica in legno (stelline, alberelli, ecc.), avanzi di carta da regalo Fiori secchi, bacche, stecche di cannella, fette di arance o mele essiccate

Finalmente la ripresa!

Carissimi universitari, come già comunicato nella nostra riunione di Maggio con il mese di giugno riprenderanno le attività a Villa Monguzzi. La ripresa sarà prudente e lenta, ma dopo la chiusura totale sarà comunque un buon inizio. Personalmente riprenderò gli incontri in presenza nei mercoledì di giugno a partire dal giorno 9 alle ore 15 e 30 con una conversazione sul tema “Gli abbracci nell’arte”, continueremo poi con le storie di alcune grandi donne che hanno cambiato il nostro paese e il mondo.
Gli incontri si terranno nel salone con non più di trenta presenze, finestre aperte e mascherine e saranno aperti a chiunque vorrà partecipare, anche se non iscritti ai miei corsi.
Dunque a presto incrociando le dita
Elisabetta

Live From The Field

Cari universitari, è tornata la primavera e purtroppo ancora non vediamo nel nostro prossimo futuro un segnale di apertura. Temo seriamente che fino a quando non saremo stati tutti vaccinati non ci permetteranno di riprendere le nostre attività in presenza. Ribadisco la nostra ferma volontà di non lasciar cadere nell’oblio la nostra bella realtà che tanto lustro ha dato alla città di Biassono e, in accordo con il Consiglio Direttivo, terremo valida l’iscrizione al corrente anno accademico anche per il prossimo anno senza ulteriori spese da parte vostra. Con l’occasione vi auguro di cuore una felice Pasqua e la speranza di poterci rivedere al più presto.
Elisabetta

Inviato da iPad

Attività a Villa Monguzzi

Cari universitari, Speravo di potervi dare alla data odierna qualche buona notizia, ma come vedete la situazione generale non è cambiata, siamo ancora in zona arancione e non abbiamo per il momento la speranza che qualche cosa possa migliorare a breve. Non appena verrà emanato un nuovo DPCM che ipotizzi la possibilità di riaprire la nostra Villa per riprendere le attività , sarete avvertiti con un SMS e troverete su questo sito la riorganizzazione con il nuovo calendario dei corsi. In accordo con il Presidente , abbiamo deciso che, nel caso non fosse possibile recuperare entro giugno i corsi principali programmati, riterremo valida per il prossimo anno la quota versata per l’anno in corso. Sperando vivamente di potervi dare a breve notizie migliori vi saluto affettuosamente e sappiate che mi mancate molto! A presto Elisabetta
Inviato da iPad

Riprogrammazione dei corsi

Carissimi Universitari, durante questa lunga “pausa”, che ci ha impedito tutti i contatti, ho cercato di capire come organizzare al meglio la nostra ripresa, non appena ci verrà concesso. I docenti di Storia dell’arte (Sangalli), Fotografia (Piccin), Training Autogeno (Ancora), Storia dei Monumenti Milanesi (Riboldi), Letteratura (Mazzeo) e, ovviamente anch’io ( Donne nella Storia e Gli Egizi), hanno accettato di modificare i loro corsi secondo un nuovo calendario che proseguirà fino a metà giugno. Purtroppo non ho notizie e non riesco a comunicare con il prof.Muschiato in merito ai suoi corsi di Biologia e Guida all’Ascolto musicale. Quindi nel complesso i corsi di durata superiore ai due incontri si terranno regolarmente anche se con un calendario diverso, che potrà essere definito con precisione solo quando conosceremo la data di riapertura del Centro. Dovremo forse rinunciare ai corsi di uno o due incontri, come Ginnastica Pelvica, Farmacia, Laboratori creativi, ma il proseguimento dell’anno accademico fino a giugno ci consentirà un buon recupero di quest’anno sfortunato. Resta comunque valida la possibilità di richiedere il rimborso dell’iscrizione all’Università, previa presentazione della ricevuta di pagamento, e non appena si potrà riaprire la Segreteria. Colgo l’occasione per rivolgere a tutti un affettuoso pensiero e per formulare i miei più cari e sinceri auguri di buone feste. Senza di voi la nostra Università non esisterebbe, quindi ancora un grazie di cuore a tutti.
Elisabetta Bodini